Alleanza Mediterranea Oncologica in Rete
OncologiaMedica.net
Reumatologia
Gastroenterologia.net

Sicurezza, immunogenicità e accettabilità del vaccino influenzale inattivato somministrato mediante cerotto con microaghi


I cerotti a microaghi forniscono un'alternativa alla tradizionale immunizzazione con aghi e siringhe e potenzialmente offrono una migliore immunogenicità, semplicità, economicità, accettabilità e sicurezza.
E' stata descritta la sicurezza, l'immunogenicità e l'accettabilità dello studio sulla vaccinazione dissolvente con cerotto a microaghi contro l'influenza.

Lo studio TIV-MNP 2015 era uno studio clinico randomizzato, in parte in cieco, controllato con placebo, di fase 1, effettuato presso la Emory University che ha arruolato adulti non-gravidi e immunocompetenti di Atlanta ( USA ), di età compresa tra 18 e 49 anni, naive al vaccino antinfluenzale 2014-15, e senza nessun disturbo dermatologico significativo.

I partecipanti sono stati randomizzati a quattro gruppi e hanno ricevuto una singola dose di vaccino influenzale inattivato ( Fluvirina: 18 microg di emoagglutinina per ceppo vaccinale H1N1, 17 microg di emoagglutinina per ceppo vaccinale H3N2 e 15 microg di emoagglutinina per ceppo vaccinale B ) con cerotto a microaghi o iniezione intramuscolare o hanno ricevuto placebo con cerotto a microaghi, somministrato da un operatore sanitario, o hanno ricevuto una singola dose di vaccino influenzale inattivato mediante cerotto a microaghi autosomministrato dai partecipanti allo studio.

Le misure primarie di esito di sicurezza sono state l'incidenza di eventi avversi gravi legati al prodotto dello studio entro 180 giorni, eventi avversi di grado 3 entro 28 giorni e sito di iniezione e reattogenicità sistemica sollecitati il ​​giorno della somministrazione del prodotto in studio fino a 7 giorni dopo la somministrazione, e gli esiti secondari di sicurezza sono stati malattie croniche di nuova insorgenza entro 180 giorni ed eventi avversi entro 28 giorni.

Gli esiti di immunogenicità secondaria sono stati i titoli anticorpali al giorno 28 e le percentuali di sieroconversione e sieroprotezione, tutti determinati dall'analisi degli anticorpi inibitori dell'emoagglutinazione.

Nel 2015, 100 partecipanti sono stati arruolati e assegnati in modo casuale a un gruppo.
Non ci sono stati eventi avversi gravi correlati al trattamento, nessun evento avverso di grado 3 o superiore non-correlato al trattamento e nessuna malattia cronica di nuova insorgenza.

Tra i gruppi vaccinati ( vaccino somministrato da un operatore sanitario con cerotto a microaghi o iniezione intramuscolare o cerotto a microaghi autosomministrato ), l’incidenza complessiva di eventi avversi sollecitati ( n=89 vs n=73 vs n=73 ) ed eventi avversi indesiderati ( n=18 vs n=12 vs n=14 ) sono risultati simili.

La reattogenicità è stata lieve, transitoria e più comunemente segnalata come indolenzimento ( 15, 60%, su 25 partecipanti ) e dolore ( 11, 44%, su 25 ) dopo iniezione intramuscolare; e come indolenzimento ( 33, 66%, su 50 ), eritema ( 20, 40%, su 50 ) e prurito ( 41, 82%, su 50 ) dopo la vaccinazione con applicazione di cerotto a microaghi.

I titoli medi geometrici erano simili al giorno 28 tra il cerotto a microaghi somministrato da un operatore sanitario rispetto alla via intramuscolare per il ceppo H1N1 ( 1.197 vs 997; P=0.5 ), il ceppo H3N2 ( 287 vs 223; P=0.4 ) e il ceppo B ( 126 vs 94; P=0.06 ).

Titoli medi geometrici simili sono stati riportati nei partecipanti che hanno auto-somministrato il cerotto a microaghi ( tutti P maggiore di 0.05 ).
Le percentuali di sieroconversione sono state significativamente più alte al giorno 28 dopo la vaccinazione con cerotto a microaghi rispetto al placebo ( tutti P minore di 0.0001 ) e sono state simili all'iniezione intramuscolare ( tutti P maggiore di 0.01 ).

L'uso di cerotti a microaghi dissolventi per la vaccinazione antinfluenzale è risultato ben tollerato e ha generato solide risposte anticorpali. ( Xagena2017 )

Rouphael NG et al, Lancet 2017; 390: 649-658

Inf2017 Med2017 Farma2017


Indietro