Vaccini.net Vaccini


La durata della protezione del vaccino contro il papillomavirus Gardasil non è nota.
Non è neppure noto se per prolungare nel tempo l’immunità acquisita sia necessaria una dose di richiamo.

Sulla base dell’esperienza accumulata con altri vaccini ( es. vaccino contro la varicella ) alcuni Esperti ritengono che sarà necessario un richiamo dopo 10 anni, ma questa asserzione è ancora solo un’ipotesi.

Solo recentemente è stato dimostrato che l’immunità nei confronti della varicella può essere di durata minore rispetto a quanto i modelli avevano previsto, e che l’immunità di breve durata indotta dalla vaccinazione ha modificato la storia naturale dell’infezione virale.

E’ stato infatti osservato che i bambini di 8-12 anni, che sono stati vaccinati contro la varicella almeno 5 anni prima, avevano una maggiore probabilità di sviluppare una forma moderata-grave della malattia, rispetto a coloro la cui vaccinazione erapiù recente.

Non si conosce se l’immunità indotta dal vaccino anti-HPV sarà simile a quella indotta dal vaccino contro la varicella.

Un altro argomento non noto è l’infettività di altri ceppi di papillomavirus ad alto rischio in assenza della competizione dei sierotipi 16 e 18.
Sembra che il Gardasil conferisca una protezione più ampia, rispetto a quanto previsto. Ma esiste un crescente timore riguardo al potenziamento dell’oncogenicità di altri ceppi.

Uno studio, pubblicato sul Journal of American Medical Association ( JAMA ), sull’uso del vaccino coniugato pneumococcico eptavalente nei bambini nativi dell’Alaska, ha mostrato che l’incidenza di malattia pneumococcica invasiva causata dai sierotipi non contenuti nel vaccino è aumentata del 140%, rispetto al periodo pre-vaccino.

Questo dovrebbe indurre ad approfondire la ricerca per appurare se Gardasil o altri vaccini anti-HPV siano in grado di alterare la storia naturale delle infezioni da HPV, e se altri ceppi andranno ad occupare la nicchia lasciata lbera, prima di dar avvio ad un programma di vaccinazione di massa. ( Xagena2007 )

Fonte: Canadian Women’s Health Network, 2007


Gyne2007 Farma2007 Inf2007