Xagena Mappa
Medical Meeting
Reumabase.it
Xagena Salute

Effetti della vaccinazione su insorgenza ed esito della sindrome di Dravet


È stato affermato che la vaccinazione contro la pertosse sia la causa di una encefalopatia che implica crisi convulsive e successiva disabilità intellettuale.

In un precedente studio retrospettivo, 11 su 14 pazienti con la cosiddetta encefalopatia vaccinale hanno sviluppato sindrome di Dravet associata a mutazioni de-novo del gene del canale del sodio SCN1A.

È stato condotto uno studio per stabilire se l’apparente associazione tra sindrome di Dravet e la vaccinazione fosse causata da un bias nei richiami e, in caso contrario, se la vaccinazione influenzasse l’insorgenza ed esito della malattia.

Sono stati studiati in modo retrospettivo pazienti con sindrome di Dravet con mutazioni nel gene SCN1A, con una convulsione come prima crisi e per i quali erano disponibili dati validati.

Sono stati analizzati dati medici e di vaccinazione per valutare l’esistenza di un’associazione tra vaccinazione e insorgenza delle crisi in questi pazienti.

I pazienti sono stati divisi in 2 gruppi a seconda che le crisi si fossero manifestate poco dopo la vaccinazione ( gruppo vicino alla vaccinazione ) oppure no ( gruppo lontano dalla vaccinazione ).

Sono state confrontate le caratteristiche cliniche, l’esito intellettuale e i tipi di mutazione SCN1A tra i gruppi.

Per 40 pazienti sono risultati disponibili dati su vaccinazione e insorgenza delle crisi ed è stato identificato un picco nel numero di pazienti con insorgenza di crisi entro i due giorni successivi alla vaccinazione.

Di conseguenza, i pazienti con insorgenza della crisi il giorno della vaccinazione o quello seguente ( n=12 ) sono stati inclusi nel gruppo vicino alla vaccinazione e quelli con crisi due o più giorni dopo la vaccinazione ( n=25 ) o prima della vaccinazione ( n=3 ) sono stati inclusi nel gruppo lontano dalla vaccinazione.

L’età media all’insorgenza della crisi era di 18.4 settimane nel gruppo vicino alla vaccinazione e di 26.2 settimane in quello lontano ( differenza: 7.8 settimane; p=0.004 ).

Non sono state osservate differenze riguardo all’esito intellettuale, tipo di crisi successiva o tipo di mutazione tra i 2 gruppi ( tutti i valori p maggiori di 0.3 ).

Inoltre, in un’analisi post-hoc, l’esito intellettuale non ha mostrato differenze tra i pazienti vaccinati o non-vaccinati dopo l’insorgenza di crisi.

In conclusione, la vaccinazione potrebbe portare a un’insorgenza più precoce della sindrome di Dravet nei bambini che, a causa di una mutazione nel gene SCN1A, sono destinati a sviluppare la malattia.
Tuttavia, la vaccinazione non dovrebbe essere negata ai bambini con mutazioni in SCN1A dal momento che non sono emerse prove che le vaccinazioni precedenti o successive all’insorgenza di crisi influenzino l’esito. ( Xagena2010 )

McIntosh AM et al, Lancet Neurol 2010; 9: 592-598


Pedia2010 Farma2010 Inf2010


Indietro