Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Pneumobase.it

Effetto dell'interruzione di 2 settimane di Metotrexato rispetto al trattamento continuato sull'immunità del vaccino COVID-19 di richiamo negli adulti con condizioni infiammatorie: studio VROOM


I trattamenti immunosoppressivi inibiscono l'immunità indotta dal vaccino contro il virus SARS-CoV-2.
E' stato valutato se un'interruzione di 2 settimane del trattamento con Metotrexato immediatamente dopo il richiamo del vaccino COVID-19 abbia migliorato le risposte anticorpali contro il dominio legante il recettore S1 ( S1-RBD ) della proteina spike di SARS-CoV-2 rispetto al trattamento ininterrotto nei pazienti con malattie infiammatorie immunomediate.

È stato condotto uno studio di superiorità in aperto, prospettico, a due bracci, a gruppi paralleli, multicentrico, randomizzato, controllato in 26 ospedali nel Regno Unito.
Sono stati reclutati adulti da cliniche reumatologiche e dermatologiche a cui era stata diagnosticata una malattia infiammatoria immunomediata ( artrite reumatoide, psoriasi con o senza artrite, spondiloartrite assiale, dermatite atopica, polimialgia reumatica e lupus eritematoso sistemico ) e che stavano assumendo basse dosi settimanali di Metotrexato ( 25 mg o meno a settimana ) da almeno 3 mesi.

I partecipanti dovevano anche aver ricevuto due dosi primarie di vaccino secondo il Programma di vaccinazione COVID-19 del Regno Unito.

I partecipanti sono stati assegnati in modo casuale a sospendere il trattamento con Metotrexato per 2 settimane immediatamente dopo il richiamo per COVID-19 ( gruppo Metotrexato sospeso ) o a continuare il trattamento come al solito ( gruppo Metotrexato continuo ).

L'esito primario era rappresentato dai titoli anticorpali S1-RBD 4 settimane dopo aver ricevuto la dose di vaccino di richiamo COVID-19, valutata nella popolazione intent-to-treat ( ITT ).

Tra il 2021 e il 2022, sono stati reclutati 340 partecipanti, di cui 254 sono stati inclusi nell'analisi ad interim ed erano stati assegnati in modo casuale a uno dei due gruppi: 127 nel gruppo Metotrexato continuativo e 127 nel gruppo Metotrexato sospeso.

L’età media era di 59.1 anni, 155 ( 61% ) erano donne, 130 ( 51% ) avevano l'artrite reumatoide e 86 ( 34% ) avevano la psoriasi con o senza artrite.

Dopo 4 settimane, la media geometrica del titolo anticorpale S1-RBD era di 22.750 U/ml nel gruppo di sospensione del Metotrexato e di 10.798 U/ml nel gruppo di continuazione del Metotrexato, con un rapporto della media geometrica ( GMR ) di 2.19 ( P minore di 0.0001; modello a effetti misti ).

L'aumento della risposta anticorpale nel gruppo di sospensione del Metotrexato è stato coerente per dose di Metotrexato, via di somministrazione, tipo di malattia infiammatoria immuno-mediata, età, piattaforma di vaccinazione primaria e anamnesi di infezione da virus SARS-CoV-2. Non ci sono stati eventi avversi gravi correlati all'intervento.

Un'interruzione di 2 settimane del trattamento con Metotrexato per le persone con malattie infiammatorie immuno-mediate ha portato a un potenziamento delle risposte anticorpali dopo la vaccinazione COVID-19.
Questo intervento è semplice, a basso costo e facile da attuare e potrebbe potenzialmente tradursi in una maggiore efficacia e durata della protezione del vaccino per i gruppi sensibili. ( Xagena2022 )

Abhishek A et al, Lancet Respiratory Medicine 2022; 10: 840-850

Vac2022 Pneumo2022 Inf2022 Reuma2022 Dermo2022 Farma2022



Indietro