Neurologia
OncologiaMedica.net
Reumatologia
Ematologia.net

I polimorfismi del gene IL-1 beta influenzano la risposta alla vaccinazione contro l’epatite B


E’ stata osservata una certa variabilità nella risposta alla vaccinazione contro l’epatite B.
In circa il 5-10% dei giovani adulti sani non si sono avute risposte o la risposta è stata inadeguata. Poiché la citochina Interleuchina-1 beta ( IL-1beta ) svolge un importante ruolo nello sviluppo delle risposte immunitarie, i Ricercatori del National Institute for Occupational Safety ad Health a Morgantown (USA) hanno valutato se l’efficacia del vaccino fosse influenzata dai polimorfismi genetici associati all’espressione di IL-1 beta.
Un totale di 92 soggetti sani, con negatività anticorpale all’antigene dell’epatite B ( anti-HB ), è stato vaccinato contro l’epatite B, secondo la schedula vaccinale standardizzata.
Ad intervalli prestabiliti, sono stati misurati i titoli anticorpali e determinata la capacità linfoproliferativa dell’antigene di superficie dell’epatite B ( HBsAg).
La genotipizzazione per i polimorfismi del gene IL-1 beta ha dimostrato che il titolo degli anticorpi anti epatite B e la risposta linfoproliferativa delle cellule T all’antigene di superficie dell’epatite B, erano significativamente aumentati nei soggetti che presentavano la variante allelica IL-1 beta (+3953). ( Xagena2002 )

Yucesoy B et al, Vaccine 2002 ; 20 : 3193


Indietro