Alleanza Mediterranea Oncologica in Rete
Gastroenterologia.net
Ematologia.net
OncologiaMedica.net

Il vaccino PCV7 riduce l’incidenza di meningite pneumococcica da sierotipi PVC7, ma provoca un aumento dei sierotipi non-PCV7


La malattia pneumococcica invasiva è diminuita tra i bambini e gli adulti dopo l’introduzione nel 2000 del vaccino pneumococcico coniugato eptavalente ( PCV7 ), ma il suo effetto sulla meningite pneumococcica non è chiaro.

I ricercatori dell’University of Pittsburgh, negli Stati Uniti, hanno esaminato gli andamenti della meningite pneumococcica dal 1998 al 2005, utilizzando dati di popolazione di sorveglianza attiva da 8 siti degli Stati Uniti.

I casi identificati sono stati suddivisi in gruppi in base ai sierotipi PCV7 ( 4, 6B, 9V, 18C, 19F e 23F ), sierotipi collegati a PCV7 ( 6A, 9A, 9L, 9N, 18A, 18B, 18F, 19B, 19C, 23A, e 23B ) e sierotipi non-PCV7 ( tutti gli altri ).
Le variazioni nell’incidenza della meningite pneumococcica sono state valutate rispetto ai valori basali ( periodo 1998-1999 ).

Sono stati identificati 1.379 casi di meningite pneumococcica.

L’incidenza è diminuita da 1.13 casi a 0.79 casi per 100.000 persone tra il 1998-1999 e il 2004-2005 ( un declino del 30.1%; PTra le persone di età inferiore ai 2 anni e uguale o superiore ai 65 anni, l’incidenza è diminuita nel corso del periodo di studio del 64.0% e del 54.0% rispettivamente ( PI tassi di meningite da sierotipo PCV7 sono diminuiti da 0.66 a 0.18 casi ( un calo del 73.3%; P
Benchè i tassi da sierotipi collegati a PCV7 siano diminuiti del 32.1% ( P=0.08 ), i tassi da sierotipi non-PCV7 sono aumentati da 0.32 a 0.51 ( un aumento del 60.5%; PDurante il periodo di studio le percentuali di casi da sierotipi non-PCV7 19A, 22F e 35B sono aumentati significativamente.

In media, il 27.8% dei pazienti isolati non era sensibile alla Penicilllina, ma pochi non erano sensibili al Cloramfenicolo ( 5.7% ), Meropenem ( 16.6%; Merrem ) e Cefotaxima ( 11.8%: Zariviz ).

La proporzione dei casi non-sensibili alla Penicillina è diminuita tra il 2003 e il 2005 dal 32.0% al 19.4% ( P=0.01 ), ma è aumentata tra il 2003 e il 2005 dal 19.4% al 30.1% ( P=0.03 ).

In conclusione, i tassi di meningite pneumococcica sono diminuiti tra i bambini e gli adulti sin dall’introduzione del vaccino PCV7.
Nonostante l’effetto generale del vaccino rimanga sostanziale, si è verificato recentemente un preoccupante aumento delle meningiti causate da sierotipi non-PCV7. ( Xagena2009 )

Hsu HE et al, N Engl J Med 2009; 360: 244-256 Inf2009 Farma2009 Pneumo2009


Indietro