Alleanza Mediterranea Oncologica in Rete
Neurologia
Ematologia.net
OncologiaMedica.net

La vaccinazione antivaricella è risultata sicura ed in grado di indurre una risposta immunogenica nei bambini con sindrome nefrosica


Uno studio, compiuto presso la Johns Hopkins University School of Medicine a Baltimora negli Usa, ha valutato la sicurezza e l’immunogenicità del vaccino contro la varicella nei bambini con sindrome nefrosica.

Il vaccino contro la varicella è stato somministrato secondo un regime a 2 dosaggi.

Hanno preso parte allo studio 29 bambini, di età media 4,9 anni. Il 45% di questi stava assumendo a giorni alterni steroidi ( Prednisone ).

Dopo la somministrazione di 2 dosaggi di vaccino, tutti i pazienti sono risultati sieroconvertiti e presentavano livelli di anticorpi contro il virus varicella-zoster , considerati protettivi nei confronti del ripresentarsi della varicella ( gpELISA > / = 5 unità ).

Dopo 2 anni di osservazione ( follow-up ) tutti i pazienti presentavano anticorpi rintracciabili, ed il 91% (21/23) aveva livelli gpELISA > / = 5 unità.

Non sono stati osservati eventi avversi associati alla vaccinazione.

Secondo gli Autori, il vaccino contro la varicella è risultato generalmente ben tollerato ed altamente immunogenico nei bambini con sindrome nefrosica. ( Xagena2003 )

Furth SL et al, J Pediatr 2003; 142:145-148


Indietro