Neurologia
Gastroenterologia.net
Ematologia.net
Reumatologia

Optaflu, un vaccino prodotto in coltura cellulare nella prevenzione dell’influenza stagionale


Optaflu è un vaccino che contiene, come principi attivi, l’antigene di superficie inattivato di tre diversi ceppi di virus influenzale ( A/Salomon Islands/3/2006, A/Wisconsin/67/2005 e B/Malaysia/2605/2004 ).

Optaflu trova indicazione nella vaccinazione contro l’influenza degli adulti, in particolare dei soggetti con un maggior rischio di sviluppare complicanze della malattia. Il vaccino è disponibile in sospensione iniettabile in siringhe preriempite.

Optaflu viene somministrato in un’unica iniezione da 0.5 ml nel muscolo che copre l’articolazione della spalla.

Optaflu contiene frammenti della superficie di tre ceppi diversi del virus influenzale. Quando una persona viene vaccinata, il sistema immunitario riconosce i frammenti del virus come estraneie produce anticorpi contro quel virus. In caso di esposizione a uno qualsiasi di questi ceppi di virus in futuro, il sistema immunitario sarà in grado di produrre gli anticorpi più rapidamente. Gli anticorpi aiuteranno l’organismo a proteggersi dalle malattie causate da questi ceppi di virus influenzale.
Ogni anno, l’Organizzazione mondiale della sanità ( OMS ) fornisce raccomandazioni sui ceppi influenzali da includere nei vaccini per la stagione influenzale in arrivo, e questi ceppi virali devono essere inseriti in Optaflu prima che il vaccino possa essere utilizzato. Optaflu attualmente contiene frammenti dei ceppi virali che si prevede possano causare l’influenza nella stagione 2007/2008, conformemente alle raccomandazioni dell’OMS per l’emisfero settentrionale e dell’Unione europea ( UE ). I ceppi virali contenuti in Optaflu dovranno essere sostituiti nuovamente, prima che il vaccino possa essere utilizzato nelle stagioni successive.
I virus usati in Optaflu vengono fatti crescere nelle cellule dei mammiferi, a differenza di quelli contenuti in altri vaccini antinfluenzali, che vengono fatti crescere nelle uova di gallina.

Gli effetti di Optaflu sono stati analizzati in modelli sperimentali prima di essere studiati sugli esseri umani. L’efficacia di Optaflu è stata valutata inizialmente utilizzando una composizione del vaccino che comprendeva i ceppi virali che si prevedeva avrebbero causato l’influenza nella stagione 2004/2005. L’efficacia del vaccino è stata valutata in uno studio principale condotto su 2.654 pazienti adulti, la metà dei quali circa composta da anziani ( persone con più di 60 anni di età ). Gli effetti di Optaflu sono stati confrontati con quelli di un vaccino antinfluenzale simile prodotto nelle uova.
Lo studio metteva a confronto la capacità dei due vaccini di innescare la produzione di anticorpi ( immunogenicità ), paragonando i livelli di anticorpi prima dell’iniezione e dopo tre settimane. L’immunogenicità dell’attuale formulazione del vaccino è stata confermata in 135 adulti, la metà circa dei quali anziani.

Nel principale studio iniziale, sia Optaflu che il vaccino di confronto hanno fatto registrare livelli di anticorpi adeguati per una protezione contro tutti e tre i ceppi influenzali, come stabilito nei criteri definiti dal Comitato per i medicinali per uso umano ( CHMP ) per i vaccini antinfluenzali prodotti da colture cellulari. I due vaccini hanno fatto registrare risultati analoghi nella stimolazione della produzione di anticorpi nei pazienti adulti di età sia inferiore che superiore ai 60 anni.
L’attuale composizione di Optaflu, per la stagione 2007/2008, ha fatto registrare risposte di anticorpi contro i tre ceppi influenzali inclusi nel vaccino simili a quelle osservate nello studio principale.

Gli effetti indesiderati più comuni riscontrati con Optaflu ( osservati in più di 1 paziente su 10 ) sono cefalea, eritema ( arrossamento della pelle ), dolore, malessere e affaticamento. Queste reazioni normalmente scompaiono entro 1-2 giorni senza trattamento.

Optaflu non deve essere somministrato in soggetti che potrebbero essere ipersensibili ( allergici ) ai principi attivi o a una qualsiasi delle altre sostanze. Le persone con febbre o un’infezione acuta ( di breve durata ) non possono ricevere il vaccino fino alla completa guarigione.

Il Comitato per i medicinali per uso umano ( CHMP ) ha giudicato i benefici di Optaflu superiori ai suoi rischi nella profilassi dell’influenza negli adulti, in particolare nei soggetti con un maggior rischio di sviluppare complicazioni associate. ( Xagena2008 )

Fonte: EMEA, 2008


Inf2008 Farma2008


Indietro