Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Medical Meeting

Protezione contro SARS-CoV-2 dopo vaccinazione Covid-19 e precedente infezione


La durata e l'efficacia dell'immunità dall'infezione e dalla vaccinazione contro il virus SARS-CoV-2 sono rilevanti per gli interventi politici sulla pandemia, compresi i tempi dei richiami del vaccino.

Sono state studiate la durata e l'efficacia dell'immunità in una coorte prospettica di operatori sanitari asintomatici nel Regno Unito che sono stati sottoposti a test di routine della reazione a catena della polimerasi ( PCR ).

L'efficacia del vaccino ( 10 mesi o meno dopo la prima dose di vaccino ) e l'immunità acquisita dall'infezione sono state valutate confrontando il tempo all’infezione confermata dalla PCR nelle persone vaccinate con quello nelle persone non-vaccinate, stratificando in base allo stato di infezione precedente.

È stato utilizzato un modello di regressione di Cox con aggiustamento per il precedente stato di infezione da SARS-CoV-2, il tipo di vaccino e l'intervallo di dosaggio, le caratteristiche demografiche e l'esposizione sul posto di lavoro a SARS-CoV-2.

Su 35.768 partecipanti, il 27% ( 9.488 ) aveva una precedente infezione da SARS-CoV-2. La copertura vaccinale era elevata: il 95% dei partecipanti aveva ricevuto due dosi ( il 78% aveva ricevuto il vaccino BNT162b2, Pfizer–BioNTech, con un lungo intervallo tra le dosi, il 9% il vaccino BNT162b2 con un breve intervallo tra le dosi e l'8% il vaccino ChAdOx1 nCoV-19, AstraZeneca ).

Tra il 7 dicembre 2020 e il 21 settembre 2021 sono state osservate in totale 2.747 infezioni primarie e 210 reinfezioni. Tra i partecipanti precedentemente non-infetti che hanno ricevuto il vaccino BNT162b2 con lungo intervallo, l'efficacia aggiustata del vaccino è diminuita dall'85% da 14 a 73 giorni dopo la seconda dose al 51% ad una mediana di 201 giorni dopo la seconda dose; questa efficacia non è variata significativamente tra i destinatari del vaccino BNT162b2 con lungo e breve intervallo.

Da 14 a 73 giorni dopo la seconda dose, l'efficacia aggiustata del vaccino tra i riceventi il vaccino ChAdOx1 nCoV-19 è stata del 58%, notevolmente inferiore a quella tra i riceventi il vaccino BNT162b2.
L'immunità acquisita dall'infezione è diminuita dopo 1 anno nei partecipanti non-vaccinati, ma è rimasta costantemente superiore al 90% in coloro che sono stati successivamente vaccinati, anche nelle persone infettate più di 18 mesi prima.

Due dosi di vaccino BNT162b2 sono state associate a un'elevata protezione a breve termine contro l'infezione da virus SARS-CoV-2; questa protezione è diminuita notevolmente dopo 6 mesi.
L'immunità acquisita dall'infezione potenziata con la vaccinazione è rimasta elevata più di 1 anno dopo l'infezione. ( Xagena2022 )

Hall V et al, N Engl J Med 2022; 386: 1207-1220

Inf2022 Vac2022 Med2022 Farma2022


Indietro