Xagena Mappa
Medical Meeting
Onco News
Gastrobase.it

Scarsa efficacia dei vaccini pneumococcici coniugati per la prevenzione dell’otite media


L’otite media acuta è una malattia molto comune nella prima infanzia e nei bambini.
I benefici marginali degli antibiotici nell’otite media acuta, l’aumento della resistenza batterica agli antibiotici e le elevate stime relative alle spese annuali dirette e indirette associate all’otite media acuta hanno stimolato la ricerca di vaccini efficaci per la prevenzione di questa patologia.

Un gruppo di Ricercatori dell’University Medical Center Utrecht in Olanda, ha compiuto una revisione della letteratura per valutare l’effetto dei vaccini pneumococcici coniugati nella prevenzione dell’otite media acuta in bambini fino a 12 anni di età.

Sono stati presi in considerazione gli studi randomizzati e controllati sull’uso di vaccini pneumococcici coniugati per prevenire l’otite media acuta in questa popolazione pediatrica bambini con un periodo di follow-up di almeno 6 mesi dopo la vaccinazione.

Sono stati inclusi 7 studi sui vaccini pneumococcici coniugati da 7- a 11-valenti ( con diverse proteine carrier ), ma non è stato possibile unire i risultati dei diversi studi a causa dell’eterogeneità riscontratata a livello di popolazione dello studio, tipo di vaccino coniugato e misure di esito tra i vari studi.

L’unico vaccino pneumococcico coniugato 7-valente attualmente approvato ( Prevenar, con CRM197 come proteina carrier [ CRM197-PCV7 ] ) somministrato durante l’infanzia è risultato associato in 2 studi a una riduzione relativa del 6% e 7% del rischio di episodi di otite media acuta.

Un altro vaccino pneumococcico coniugato 7-valente con il complesso proteico della membrana esterna di Neisseria meningitidis di sierogruppo B come proteina carrier somministrato nell’infanzia non ha portato a una riduzione generale degli episodi di otite media acuta, mentre il vaccino pneumococcico coniugato 11-valente con la proteina D di Haemophilus influenzae come carrier è risultato associato a una riduzione relativa del rischio di episodi di otite media acuta del 34% .

Il vaccino pneumococcico coniugato 9-valente con CRM197 come proteina carrier, soministrato in bambini sani, ha portato a una riduzione relativa del 17% nel rischio di episodi di otite media.

CRM197-PCV7 seguito dalla vaccinazione con vaccino pneumococcico polisaccaridico 23-valente ( Pneumo 23 ), somministrato dopo l’infanzia in bambini più grandi e con una storia familiare di otite media acuta non ha mostrato effetti benefici sui successivi episodi di otite media acuta.

In conclusione, sulla base delle attuali dimostrazioni sull’efficacia dei vaccini pneumococcici coniugati per la prevenzione dell’otite media acuta, la somministrazione durante l’infanzia del vaccino pneumococcico coniugato 7-valente attualmente approvato, è associata a un beneficio marginale.
Riduzioni tra il 6 e il 7% potrebbero rappresentare riduzioni sostanziali dal punto di vista della salute pubblica.
La somministrazione del vaccino pneumococcico coniugato 7-valente in bambini più grandi con una storia familiare di otite media acuta non aiuta a prevenire episodi successivi. ( Xagena2009 )

Jansen AG et al, Cochrane Database Syst Rev 2009; (2): CD001480


Farma2009 Inf2009 Pedia2009


Indietro