Xagena Mappa
Medical Meeting
Onco News
Gastrobase.it

Vaccinazione anti–varicella nei bambini con sindrome nefrotica sensibile agli steroidi


I Ricercatori del Dipartimento di Nefrologia pediatrica della Marmara University di Istambul hanno studiato la risposta sierologica e clinica della vaccinazione contro il virus varicella zoster, attenuato (Varilrix) in 20 pazienti con sindrome nefrotica sensibile agli steroidi, in remissione, ed in 22 soggetti di controllo senza storia di varicella e senza riscontro di anticorpi contro il virus varicella zoster.
I pazienti con sindrome nefrotica avevano un’età di 4,7 anni (2 – 11,4 anni).
Dopo 8 settimane dalla vaccinazione, la sieroconversione era avvenuta nell’85% (n = 17) dei pazienti con sindrome nefrotica e nell’86% (n= 19) dei controlli.
Un paziente con sindrome nefrotica è andato incontro a recidiva 20 giorni dopo la vaccinazione, ed un bambino nel gruppo controllo ha presentato un rash cutaneo.
Due anni dopo la vaccinazione, gli anticorpi contro il virus varicella zoster sono stati identificati in 12 dei 17 responder ed in 2 dei 3 non-responder con sindrome nefrotica , ed in 13 soggetti su 22 del gruppo controllo.
Entro 2 anni dalla vaccinazione, 3 dei bambini con sindrome nefrotica responder al vaccino hanno presentato una forma lieve di varicella.
I risultati dello studio hanno mostrato che l’immunizzazione con una singola dose del vaccino contro il virus varicella zoster è sicura ed efficace nei bambini con sindrome nefrotica sensibile agli steroidi, in remissione. (Xagena 2002)

Alpay H et al , Pediatr Nephrol 2002; 17: 181-183


Xagena 2002



Indietro